Attualità

13 Maggio 2013

1956, America pagana. F. Patellani

Una serie di spezzoni e ritratti che vividamente ci fanno rivivere il reportage e le riprese di America Pagana. Un viaggio di sei mesi attraverso l’America Centrale magistralmente fissato in 55 fotografie da Federico Patellani.

Diecimila chilometri tra Messico, Guatemala, El Salvador, Honduras, Nicaragua, Costa Rica, Panama, Ecuador: lo spagnolo come lingua che li accomuna e le facce delle persone testimoni di storie, culture che si sono mescolate, divise, che hanno creato varie identità da proteggere e trasmettere. Si passa da una democrazia a una dittatura, da un paese che abolisce l'esercito agli abitanti indios, dai bianchi ai neri, discendenti dei lavoratori del canale di Panama. Il documentario del viaggio è arricchito da quattro brevi racconti di scrittori del posto, letti, sceneggiati e realizzati al momento. Aldo Buzzi ci ricorda che la fine l’ha dettata la stagione delle piogge, col suo battere sui tetti di lamiera ondulata.

13 Maggio 2013

Dialogo al buio

Non occorre guardare per vedere lontano
Una nuova esperienza della realtà

Non vi parlerò della mostra, non vi descriverò di cosa tratta. Questa esperienza è da viversi in prima persona. Poi la presenza degli altri ne è parte integrante, ma viene dopo. Viene quando si ha voglia di condividere e di scambiare le proprie sensazioni. Ed anche questa è un’emozione difficile da trattenere. 

13 Maggio 2013

Il riscatto degli anni universitari

La possibilità di riscattare gli anni universitari ai fini pensionistici non è ancora una realtà che riguarda gli iscritti all’Enpap. A differenza di altri enti previdenziali (ad […]
13 Maggio 2013

Il dibattito attorno ai disturbi alimentari

Negli ultimi anni sempre più frequentemente siamo investiti dalla quantità di articoli, studi e dibattiti sulle problematiche alimentari. Allo stesso modo, osservando i ragazzi nelle scuole e nei centri di aggregazione troviamo che abbiano fondamento le preoccupazioni degli insegnanti e dei genitori. Come dobbiamo comportarci di fronte a tutte queste informazioni? Innanzitutto la questione viene affrontata da molteplici punti di vista: soffermandosi sui danni causati dal mondo dell’immagine e della televisione, sull’importanza di una sana ed equilibrata alimentazione, sulla necessità di seguire i ragazzi e le famiglie anche sul versante psicologico. Tutte prospettive degne di ascolto laddove contestualizzate e trattate in maniera professionale.
Anche gli interventi realizzati a livello nazionale e internazionale puntano a creare un vero e proprio movimento d’opinione affinché si prenda coscienza dei motivi di disagio e dei comportamenti a rischio nei ragazzi. Il solo fatto di far circolare spunti di riflessioni o dare stimoli è utile per affrontare i disturbi dell’alimentazione in maniera tempestiva ed efficace.