Attualità

13 Maggio 2013

Affidamento

A due anni dall’introduzione dell’affidamento condiviso sono stati elaborati i primi risultati della riforma che coinvolge il diritto di famiglia, che dà la possibilità ai genitori separati di potere condividere l’affidamento della figli, in particolar modo ai padri, troppe volte esclusi dalla vita quotidiana dei loro figli a seguito della separazione.

La materia è stata oggetto di un sondaggio svolto dal “Centro per la riforma del diritto di famiglia” di Milano (www.crdf.it), pubblicato sul Corriere della Sera il 12 marzo scorso. La riforma ha aperto la strada all’affidamento condiviso, con percentuali che vanno dal 70%-80% di Palermo al 95% di Bologna.

13 Maggio 2013

Anorgasmia

Seppur diversi Autori si siano cimentati nell’analisi delle cause che portano all’Anorgasmia, ancora oggi non vi è certezza scientifica a riguardo. Comunque, in generale, possiamo dividere le cause dell’anorgasmia in biologichepsicologiche.
Recentemente uno studio di Goldstein e Barman (1998), per citare una possibile causa biologica, propone che un’insufficienza vascolare dei genitali possa essere all’origine del disturbo dell’orgasmo femminile (come nel caso della disfunzione erettile maschile).
Anche Graber e Kline-Graber, nel 1979, sempre in prospettiva biologica, sostengono la probabilità che l’anorgasmia femminile possa essere legata ad una scarsa tonicità dei muscoli che dovrebbero produrre le contrazioni durante la fase orgasmica.

13 Maggio 2013

Le conseguenze psicologiche del terremoto in Abruzzo

Passato il clamore, spenti (quasi) tutti i riflettori mediatici, cosa rimane dopo un mese del terremoto in Abruzzo?
Rimangono i numeri: centinaia di morti, migliaia di sfollati, milioni di euro per la ricostruzione. Ma a quanto ammontano i danni psicologici che hanno subito le persone colpite? Come quantificare la paura ed il terrore che hanno provato e proveranno?

La voragine che questo terremoto ha lasciato in tutti loro (ed in noi) non è solo fisica, ma soprattutto psicologica: è una commistione di sentimenti di paura, rabbia ed impotenza, che lascia tutti quanti senza parole, anche noi, mentre dal comodo divano osserviamo le immagini delle macerie e le facce disorientate ed assonnate di chi è costretto a vivere in una tenda, circondato da rovine e da estranei che indossano divise colorate.

E’ facile intuire quali possono essere le loro emozioni in questo momento. Sicuramente tanta rabbia, perché il destino ha inferto loro un’ingiusta punizione. Tanta tristezza, perché questo terremoto ha portato via improvvisamente i loro figli, i loro coniugi o i loro genitori. Probabilmente molti sopravvissuti oggi vivono sentendosi in colpa proprio per non essere morti al posto dei loro figli o dei loro familiari.

13 Maggio 2013

1956, America pagana. F. Patellani

Una serie di spezzoni e ritratti che vividamente ci fanno rivivere il reportage e le riprese di America Pagana. Un viaggio di sei mesi attraverso l’America Centrale magistralmente fissato in 55 fotografie da Federico Patellani.

Diecimila chilometri tra Messico, Guatemala, El Salvador, Honduras, Nicaragua, Costa Rica, Panama, Ecuador: lo spagnolo come lingua che li accomuna e le facce delle persone testimoni di storie, culture che si sono mescolate, divise, che hanno creato varie identità da proteggere e trasmettere. Si passa da una democrazia a una dittatura, da un paese che abolisce l'esercito agli abitanti indios, dai bianchi ai neri, discendenti dei lavoratori del canale di Panama. Il documentario del viaggio è arricchito da quattro brevi racconti di scrittori del posto, letti, sceneggiati e realizzati al momento. Aldo Buzzi ci ricorda che la fine l’ha dettata la stagione delle piogge, col suo battere sui tetti di lamiera ondulata.