Attualità

21 Maggio 2013

Terapie riparative per l’omosessualità ego distonica: il dibattito all’Ordine

In considerazione della visita che il 21 e 22 maggio Joseph Nicolosi, psicologo statunitense promotore delle cosiddette “terapie riparative” per l’omosessualità, farà a Brescia per partecipare al convegno “identità di genere e libertà”, L’Ordine degli Psicologi della Lombardia è stato raggiunto da numerose mail che chiedevano una presa di posizione rispetto questo argomento.

Per avere chiarimenti in merito alla situazione sono stati ascoltati il dott. Giancarlo Ricci, psicologo relatore al convegno sopracitato e Paolo Rigliano, psichiatra che a lungo ha studiato il fenomeno Nicolosi e le diverse sfaccettature del tema “omosessualità e disagio”.

Il dott. Ricci ha voluto innanzi tutto fare chiarezza sul termine “riparativo” che dice subito essere particolarmente infelice: “me ne rendo conto, ma deriva da una cultura, quella americana, improntata al pragmatismo, come spesso accade nel mondo anglosassone”.

21 Maggio 2013

OPL ed elezioni regionali

Il 25 marzo 2010, insieme al gruppo Professione Psicologo, abbiamo chiesto all'attuale maggioranza alcuni chiarimenti in merito a una mail inviata a molti psicologi iscritti all'albo dove si informavai della imminente candidatura di Alessandro Spano con l'Italia dei Valori per le prossime elezioni regionali. 
L'intervento-chiarimento del gruppo Professione Psicologo si è reso necessario perchè  da più parti sono giunte, a me come ai miei colleghi, diverse mail e telefonate di psicologi che, dopo avere letto l'appello al voto del Vice Presidente OPL, lamentavano una certa confusione su due argomenti specifici. 

In primis mi è  stato fatto notare un certo livello di confusione sul fatto che l'Ordine degli Psicologi della Lombardia appoggiasse Alessandro Spano alle elezioni regionali della Lobmardia e la lista Italia dei Valori.

21 Maggio 2013

Lo psicologo di quartiere

Il 25 febbraio il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia si è riunito per la terza volta.

Vari i punti all’ordine del giorno ma, in questo articolo, ci preme soffermarci su due questioni particolari: la prossima riorganizzazione della macchina ordinistica e la discussione sullo psicologo di quartiere. 
Per quanto riguarda il primo punto si tratta più che altro di un impegno preso dalla maggioranza sul presentare entro il prossimo Consiglio OPL (che sarà l’11 marzo) un piano di ristrutturazione dell’Ordine. A quel punto saranno trascorsi 2 mesi dalle elezioni e circa un mese e mezzo dall’insediamento, periodo durante il quale dal punto di vista politico abbiamo deciso di prender parte alle due commissioni “obbligatorie” (Deontologica e Contratti) anche per senso di responsabilità in particolare verso i colleghi che hanno segnalazioni deontologiche e che sono in attesa di una risposta.

21 Maggio 2013

Ringraziamenti dai soci eletti al consiglio dell’OPL

Un grazie di cuore a tutti i 500 psicologi (su 2000 votanti!) che ci hanno permesso di approdare al consiglio dell’OPL.

Quando un anno e mezzo fa abbiamo iniziato a interrogarci sulla possibilità di iniziare un’avventura politica per cambiare in maniera più concreta le prospettive dei giovani psicologi, non pensavamo a un ingresso così importante della componente GPL nel consiglio OPL. 

L’incontro con Molinari prima e con gli altri candidati della lista Professione Psicologo poi, ha sostanziato in maniera considerevole le nostre ambizioni tanto da farci credere, pochi giorni prima delle elezioni, nella concreta possibilità di una vittoria di lista, eventualità etichettata senza mezzi termini dai nostri avversari quale pura “fantapolitica”.